Teatro dell’Opera di Roma: in streaming ‘I Puritani’ in forma di concerto. Il 23 gennaio sul podio il maestro Abbado,con Jessica Pratt e Lawrence Brownlee

Il soprano Jessica Pratt e il tenore Lawrence Brownlee sono i protagonisti del capolavoro di Vincenzo Bellini ‘I Puritani’ in forma di concerto, diretto da Roberto Abbado, che l’Opera di Roma propone il 29 gennaio alle 19:00 in streaming sul canale YouTube del teatro. L’ultima opera del compositore siciliano mancava dal Costanzi dal 1990. “Sono molto felice di dirigere questo sublime lavoro di Bellini – ha detto il maestro Abbado – opera dalle amplissime proporzioni e dalle celestiali, lunghe melodie sempre increspate da un fine velo di malinconia”. Jessica Pratt sarà Elvira Valton e Lawrence Brownlee vestirà i panni di Lord Arturo Talbo. Sir Riccardo Forth sarà interpretato da Franco Vassallo, Sir Giorgio Valton da Nicola Ulivieri e Lord Gualtiero Valton da Roberto Lorenzi. Completano il cast due giovani talenti dal progetto “Fabbrica” Young Artist Program del Teatro dell’Opera, Rodrigo Ortiz e Irene Savignano, nei ruoli di Sir Bruno Roberton ed Enrichetta di Francia. Il Coro è diretto dal maestro Roberto Gabbiani. Opera seria in tre atti su libretto di Carlo Pepoli, tratto dal dramma storico Têtes rondes et Cavaliers di Jacques-François Ancelot e Joseph Xavier Boniface, I Puritani fu composta da Bellini in nove mesi, dall’aprile del 1834 al gennaio del 1835, tempi decisamente lunghi dovuti alla scarsa esperienza musicale del librettista. Accolta trionfalmente alla prima assoluta a Parigi al Théâtre des Italien il 24 gennaio 1835, otto mesi prima della morte prematura del compositore, avvenuta il 23 settembre dello stesso anno, la vicenda si svolge in Inghilterra intorno al 1650, al tempo della guerra civile fra i Puritani, seguaci di Cromwell, e gli Stuart, fedeli al Re Carlo I. La contrastata passione tra Elvira, figlia del generale dei Puritani, e Arturo, cavaliere degli Stuart, ostacolata dalla gelosia dell’antagonista Riccardo, conduce la giovane alla follia, immersa nei ricordi del suo passato felice, fino al tanto desiderato ritorno dell’amato che, condannato a morte, si salverà all’ultimo momento graziato da un’amnistia generale.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...