Gazzelle: è uscito il nuovo album ok: il testo di GBTR

Ok è il titolo del nuovo album di una delle voci più originali, talentuose e amate del panorama discografico italiano. Infatti, poche ore fa Gazzelle ha pubblicato il disco che ha immediatamente ottenuto un responso straordinario. Dopo il successo del precedente Punk, certificato con un disco di platino grazie alla vendita di più di 50.000 copie, l’artista romano è ora pronto per una nuova avventura in musica.

GBTR: IL TESTO DEL BRANO

Flavio Bruno Pardini, questo il nome all’anagrafe, si prepara a conquistare nuovamente le classifiche italiane. GBTR è uno degli undici inediti contenuti all’interno del disco che ha subito ricevuto ottimi consensi da parte del pubblico e della critica. La nuova era discografica dell’artista ha avuto inizio il 25 settembre con la pubblicazione di Destri che ha raggiunto la seconda posizione dei singoli più venduti nel Bel paese conquistando anche ben due prestigiosi dischi di platino grazie alla vendita di oltre 140.000 copie. Nei mesi successivi Gazzelle ha inanellato un successo dietro l’altro regalando al pubblico alcune anticipazioni del nuovo album, ovvero Lacri-maScusa e Belva che hanno mostrato ancora una volta il talento straordinario, la sensibilità e l’originalità dell’artista. GBTR ha riscosso ottimi consensi anche su YouTube grazie al video ufficiale dell’audio che conta già più di 14.000 visualizzaizoni, simbolo dell’apprezzamento da parte dei fan. Ecco il testo del singolo:

Sulla riva del fiume ti ho visto che andavi via lontano

Con qualcosa di brutto e qualcosa di bello dentro la mano

Ma non hai nulla da perdere

Ma non hai nulla da vincere, eh

Che bella serata

Che luna gigante, sembra una barca

E le foglie stanotte

Che sembrano stelle e tu un astronauta

Ma non hai nulla da perdere

E non hai nulla da vincere, eh

Sta vita sembra un burrone ma non guardare giù

Sta vita sembra un pallone ma tu non segni più

Ma è sempre così

Ad annegare

Come un’oliva nel gin

Going back to routine, fa così male?

Come è tremendo il weekend

Se non sai chi chiamare

Se vuoi io resto qui

Ma tu resta qui, non te ne andare

Che bella eccezione

Che sguardo feroce, sembri una tigre

E le occhiate degli altri

Che sembrano treni e tu una stazione

Ma non hai nulla da piangere

E non hai nulla da ridere, eh

Sta vita sembra un burrone, ma non guardare giù

Sta vita sembra un pallone e tu non segni più

Ma è sempre così

Ad annegare

Come un’oliva nel gin

Going back to routine, fa così male?

Come è tremendo il weekend

Se non sai chi chiamare

Se vuoi io resto qui

Ma tu resta qui qui qui

Non te ne andare

Non te ne andare

Anche se non vuoi, io resto qui

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...