Meyer: “Alla Scala niente quote rosa ma un codice di genere”

Ecologica e hi-tech, ma anche inclusiva: la Scala di Milano ha deciso di impegnarsi per l’eguaglianza di genere. “Questo momento del Covid serve anche per mettere diverse cose a posto e penso che sia necessario un lavoro sull’equità uomo/donna, sui salari, sul trattamento professionale” ha spiegato il sovrintendente Dominique Meyer annunciando che sarà introdotto un codice di comportamento a tutela della dignità delle lavoratrici. “Vorrei che fosse pronto prima dell’estate” ha aggiunto. Il codice però è solo uno degli ambiti in cui il teatro intende muoversi. Le direttrici sono tre, e includono la valorizzazione delle componenti femminili dell’organigramma e spazio alle artiste. “C’è una mancanza di regole in tanti luoghi dello spettacolo – ha sottolineato il sovrintendente – e conviene essere organizzati. Questo momento del Covid serve anche a mettere diverse cose a posto”. “Dobbiamo far capire alle giovani che se hanno talento, avranno una chance” ha aggiunto.   

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...