TRAVELER CS: “ADAM”, UN ALBUM AULICO E RICCO DI INTROSPEZIONE

Un caloroso saluto a tutti i nostri cari lettori, oggi vi presentiamo “Adam”, il nuovo album del compositore e pianista statunitense Traveler CS (Cameron Fitzpatrick). “Adam” include nove composizioni esaustive che scavano nel profondo dell’animo umano, un disco veramente magnetico che fonde con saggezza e rispetto il genere ambient e la musica classica. Il primo brano “The Tree of Life” è composto da un ingegnoso e intrigante mix di sonorità classiche e moderne: un leggiadro e profondo pianoforte cattura immediatamente la nostra attenzione, in quanto è circondato anche da una magica aura acustica, ottenuta da un altrettanto straordinario uso del sintetizzatore, le emissioni di basse frequenze sonore, sono piacevolmente fluttuanti ed profonde, è un’ottima composizione che ci introduce alle numerose introspezioni della vita e dell’intero animo umano. Il secondo brano “A Sudden Burst of Light”, ci rende partecipi dell’estro acuto di Traveler CS, qui riesce a mescolare e collocare in simbiosi: cori ascetici, un’arpa paradisiaca e vellutata, un pianoforte cristallino e un sintetizzatore armonioso, tutto questo comparto sonoro dona un piacevole effetto rilassante all’ascoltatore, è un brano improntato sulla bellezza e il mistero della vita. Il terzo brano “Moonlight” si distingue per un pianoforte cadenzato e soffice; degni di nota anche il suo leggero riverbero, completa quest’affascinante trama sonora: un sintetizzatore estensivo, le sue note gravi cullano l’ascoltatore, fino a quasi travolgerlo con dei leggeri tremoli con eco. “Moonlight” porta con sé un’ulteriore ventata di freschezza. Nel quarto brano “Sleep” troviamo un pianoforte completamente protagonista, ricco di riff eleganti e sensazionali dal punto di vista compositivo. “Sleep” rende possibile sognare ad occhi aperti, ci troviamo di fronte ad un’altra sublime composizione. La quinta traccia, “Thoughts from the Bottom of the Well” tesse le magnificenze dei sintetizzatori, donando un tocco incantevole e quasi sacro al brano, bassi e alti si alternano nel migliore dei modi creando un’atmosfera sonora rigenerativa. Il sesto brano “A Day Above Ground” è lodevole per fattura e estro creativo, riesce ad interagire con l’ascoltatore velocemente, tanto da essere immersi costantemente in una dimensione onirica e trascendentale: un pianoforte dal sound nobile e intenso si intreccia in maniera eccelsa con i suoni del sintetizzatore, un brano che produce una sana ed evocativa vena nostalgia. Il settimo brano “Memento Mori”, è cinto in una cappa sonora contemplativa e al tempo stesso distensiva, il pianoforte è il padrone indiscusso, il tocco sonoro è sempre felpato e quasi aulico. Il penultimo brano “Memento Vivere” stupisce per l’andamento sereno del pianoforte, possiamo dire che questa composizione è altamente dinamica e probabilmente una delle migliori del disco, si passa dal lento incedere del ritmo fino a un voluminoso crescendo di elettronica dal sapore liberatorio e raggiante per poi tornare al tempo musicale originario; il tutto sempre ben bilanciato e ponderato nei suoi elementi costitutivi. L’ultima composizione “The Garden” sembra originare quasi una leggera pioggia primaverile, grazie alle molteplici e candide note acute del pianoforte, si avverte un lontano richiamo all’acqua, fonte primaria di ogni essere vivente, il sintetizzatore ci regala delle straordinarie frequenze basse, esserne accarezzati è un vero toccasana. In conclusione Traveler CS è sicuramente un ottimo compositore, grazie alla sua spontanea creatività, riesce perfettamente a rendere tutte le sue composizioni accessibili, sentite e memorabili, Adam è la prova di un altro lavoro ben congegnato. Come sappiamo la sperimentazione musicale è complessa e difficile; la composizione ha bisogno di passione e sensibilità, Traveler CS le possiede entrambe e a volontà, complimenti.

Tracklist

1. The Tree of Life
2. A Sudden Burst of Light
3. Moonlight
4. Sleep
5. Thoughts from the Bottom of the Well
6. A Day Above Ground
7. Memento Mori
8. Memento Vivere
9. The Garden


Riconoscimenti

Tutte le composizioni scritte, eseguite, registrate e mixate da Traveler CS
Cover art di Rodgers Dameron
Design di Kristin Elsen


Biografia

Cameron Fitzpatrick è stato attivo sulla scena musicale americana sin dalla giovane età. Le sue radici sono classiche, avendo studiato pianoforte e violino fin da ragazzo. Ha iniziato a scrivere pezzi per diversi gruppi di rock progressivo, esibendosi lungo tutta la costa orientale degli Stati Uniti. Col progetto Traveler, sta tornando alle sue influenze classiche pur mantenendo il suo crescente desiderio di sperimentazione incorporando sintetizzatori vintage e moderni, percussioni e paesaggi sonori di matrice ambient. Ha pubblicato il suo album di debutto “Janus” con l’etichetta Sonder House Records, e ha pubblicato indipendentemente un EP intitolato “Halcyon” nel febbraio 2020. Il suo secondo album “Adam” sarà pubblicato da Blue Spiral Records nel 2021.


Contatti social del compositore

Sito Ufficiale

Facebook

Youtube

Instagram

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...