NEVICA: “QUANTI”, UN DISCO BRILLANTE, AVVOLGENTE E INTROSPETTIVO

Un caloroso saluto a tutti i nostri lettori affezionati, oggi vi presentiamo “Quanti”, il nuovo album del cantautore livornese Nevica (Gianluca Lo Presti), uscito il 26 novembre del 2021. L’album è altamente intimista, contemplativo ed onirica, possiede un’anima prettamente ambient con leggerissime e dorate sfumature rock. “Quanti”, è un disco che scorre lento in contrapposizione al mondo che corre, perché si raccontano “spazi senza tempo”, è un interamente dedicato al padre recentemente scomparso, ma incredibilmente arioso e pacato nelle sue atmosfere. “Quanti”, presenta sei tracce più una cover (Fragile) davvero magnetiche. Il primo brano “Un piatto solo”, si mostra agli ascoltatori con soavi e profonde sonorità ambient: synth, percussioni e Nevica risultano sagacemente extrasensoriali e lodevolmente ascetici. “Un piatto solo”, parla del come si sopravvive dopo l’assenza di una persona cara. La vita si aggrappa a una serie di automatismi (apparecchiare ancora il posto vuoto) come se tutto fosse come prima. Esorcizzare per farsi coraggio. Il secondo brano “Aperture”, colpisce per la sua perfetta atmosfera sonora wave lo-fi, synth e Nevica risultano magnetici e spirituali. “Apertura”, parla di un “passaggio di testimone” tra padre e figlio, indispensabile per la propria evoluzione personale. Il terzo brano “Quanti”, accompagna l’ascoltatore in un viaggio introspettivo, dove il sé una volta contemplato e purificato, raggiungerà la giusta quiete esistenziale. “Quanti”, ci trascinerà in una dimensione onirica e suggestiva: synth e Nevica ci illumineranno d’immenso. Il quarto brano “Buon continuo”, presenta un interessante componente elettronica continuamente distorta e ruggente, il synth, le percussioni sature e Nevica assuefaranno l’ascoltatore con maestria. “Buon continuo”, parla di una rottura sentimentale dove una lei molto fredda e glaciale cita sempre questa frase al suo partner come augurio per il futuro. Il quinto brano “I Klaus”, risulta interessante per le suggestionali sonorità ambient, synth e Nevica immensi, ci sembrerà di fluttuare. “I Klaus”, è un brano che racconta Il piccolo Klaus e il grande Klaus di Andersen, una fiaba che il padre del cantautore gli leggeva da bambino, era solito registrare la sua voce su un vecchio nastro. Il sesto brano “Non so chi sei”, è molto emotivo e coinvolgente: il synth e Nevica rasentano il paradiso sonoro per eccellenza. “Non so chi sei”, riguarda una serie di suggestioni e ricordi passati che si mischiano a incontri presenti anche molto fugaci ma che in qualche modo hanno lasciato un segno dentro. Il settimo brano “Fragile”, è una cover dei Nine Inch Nails riadattata in italiano da Nevica, il risultato è strabiliante. Grazie all’album “Quanti”, lo straordinario cantautore Nevica è riuscito a rapire il nostro cuore e la nostra mente in modo permanente, il pubblico resterà soddisfatto ed emotivamente appagato, non vediamo l’ora di recensire il prossimo lavoro.

Elenco tracce
1. Un piatto solo
2. Aperture
3. Quanti
4. Buon continuo
5. Non so chi sei
6. I Kiaus
7. Fragile (Cover NIN)


Riconoscimenti
Scritto, prodotto, registrato e mixato da: Gianluca Lo Presti (Basso, voce, elettronica)
@LotoStudio 2.0 (novembre 2019 – marzo 2020)
Jader Nonni: Percussioni
Sara Ardizzoni: Chitarre
Federico Pelle: Mastering presso @The Basement, Vicenza)
Artwork: Mario Danelli


Link

Facebook

Instagram

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...