Taylor Swift: le vendite di musica su vinile battono quelle dei CD anche grazie al suo ultimo album Midnights

Effetto Taylor Swift: per la prima volta dagli anni Ottanta le vendite di musica su vinile battono quelle dei CD anche grazie a ‘Midnights’, il decimo e ultimo della popstar che in ottobre è diventato l’album in vinile più venduto di tutto il ventunesimo secolo. ‘Midnights’, che ha venduto in tutti i formati sei milioni di copie worldwide dal giorno del debutto il 21 ottobre alla vigilia di Natale, è stato acquistato 575mila volte in vinile durante la prima settimana, un record da quando nel 1991 SoundScan ha cominciato a tenere i dati, contro 395mila in CD e 10mila in cassetta. Il formato in LP celebrerà nel 2023 il suo 75esimo anniversario, seguito l’anno dopo da quello del ’45 giri’ mentre il CD è stato tenuto a battesimo in Giappone nel 1982. L’ultima volta in cui un album ha venduto di più su vinile che nell’edizione in CD è stato nel 1987: il primato spettò allora a ‘Bad’ di Michael Jackson. Taylor Swift è nata nel 1989, anno in cui il compact disc non aveva rivali. 33 anni dopo, il suo ‘Midnight’ è uscito in vinile in quattro versioni diverse che allineate formano il quadrante di un orologio: “Collezionatele tutte”, ha incitato la cantante, creando sul suo sito web un evento di marketing. Sono anni che la musica in streaming continua a fare la parte del leone con l’84% del totale delle vendite negli Usa. Formati come CD, vinile e cassetta sono però amati dai fan desiderosi di possedere qualcosa di tangibile dei loro artisti preferiti. I CD avevano superato il vinile nel 1988 e le cassette nel 1991: avevano dominato per un decennio fino all’arrivo di Napster e dei pirati musicali e poi alla rivoluzione digitale guidata da Spotify. Negli ultimi 15 anni tuttavia il vinile ha continuato a crescere, non solo grazie a “classici” come i Pink Floyd, i Fleetwood Mac o David Bowie, ma anche ad artisti contemporanei. Quest’anno le ‘top ten’ del vinile includono otto album usciti nel 2022: tra questi, oltre a ‘Midnights’ della Swift, ‘Harry’s House’ di Harry Styles, ‘The Car’ degli Arctic Monkeys e ‘C’mon You Know’ di Liam Gallagher.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...