Sanremo 2021: il Sindaco a RTL 102.5: “Sapevamo che sarebbe stato un Festival complicato”

In attesa di conoscere le decisioni ufficiali e definitive del CTS, si continua a parlare del Festival di Sanremo 2021. La kermesse si terrà dal 2 al 6 marzo e ormai manca meno di un mese e sono in molti tra gli addetti ai lavori che attendono di capire come si svolgerà e cosa si potrà e cosa non si potrà fare. Stamane il Sindaco della Città dei Fiori Alberto Biancheri è stato ospite di RTL 102.5 e ha parlato del Festival della Canzone Italiana e di come ci si sta preparando. Queste le parole di Alberto Biancheri, Sindaco di Sanremo, ospite in diretta su RTL 102.5 di Non Stop News, il programma di Giusi Legrenzi, Pierluigi Diaco ed Enrico Galletti. “Sapevamo che sarebbe stato un Festival complicato. Quando abbiamo deciso le date a novembre con la Rai ed Amadeus mai avremmo pensato di trovarci dopo mesi ancora in una situazione epidemiologica così difficile. Oggi però è stato fatto il primo passo, ed è stato deciso giustamente, di fare un festival in sicurezza, purtroppo per la città, per i turisti, per i cittadini, ridimensionato e poi aspettiamo i dettagli del protocollo sanitario del CTS per capire come gestire ogni passaggio.” Misure stringenti, ma necessarie in un momento in cui non si può e non si deve abbassare la guardia. “Sembra un festival francescano con tutte le restrizioni previste, ma a parte gli scherzi, la cosa più importante è la sicurezza. Non vogliamo rischiare che il festival possa rappresentare una nuova ripartenza del virus o possa avere altre problematiche. Cercheremo di far sì che sia un festival spumeggiante. Di sicuro i temi non mancheranno. Cercheremo di capire come gestire, a livello sanitario, tutte le uscite dei cantanti, dei giornalisti. Sto lavorando con la Rai per ampliare il numero delle sale stampa per poterle avere in presenza e avere più spazio possibile e meno rischi possibili durante le conferenze stampa.” Nei giorni scorsi si è anche paventata la possibilità di spostare il Festival al Forum di Assago. “Io ascolto e cerco di parlare il meno possibile, ma penso che il Festival e la città di Sanremo siano indissolubili.” Un messaggio anche a chi critica Sanremo 2021, stante la situazione di cinema e teatri. “L’Italia sta attraversando un momento difficile sotto tutti i punti di vista, in molti settori e attività. Capisco la polemica da parte dei teatri e dei cinema. Sono mesi che io ripeto che è inconcepibile il fatto che nel nostro paese. I teatri o casinò non hanno costituito focolai o rischio di contagio e questo vuol dire che sono stati rispettati i protocolli. I teatri e i cinema hanno pagato un caro prezzo rispetto ad altre attività che avevano molte più problematiche. Abbiamo un po’ perso la misura. Io vedo questo festival come una grande occasione. È partita male l’impostazione di questo discorso perdendo l’occasione di sensibilizzare un tema che è di tutti, quello della cultura. Avevo anche suggerito alla Rai di sensibilizzare il Governo e di poter inserire nel DPCM il pubblico di vaccinati per ringraziarli del lavoro fatto, e per dare a loro una grande visibilità durante il festival e anche come campagna.”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...