La cantautrice Giorgieness torna sulla scena musicale con un nuovo brano

La cantautrice Giorgieness torna sulla scena musicale con un nuovo brano, dopo la pubblicazione di Maledetta, Hollywoo e Successo nel 2020. Il singolo, dal titolo Tempesta, è in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali dal 3 febbraio 2021. A proposito della canzone, Giorgieness dice: “Chiamami Tempesta. Tempesta rende l’idea di quello che sono. Scritta quattro anni fa, una notte in cui mi sono svegliata di colpo e ho capito che mi ero chiusa in una gabbia dorata, fatta di bugie che raccontavo a me stessa. Al mio fianco la persona con cui condividevo un pezzo di strada che inevitabilmente doveva dividersi. Non c’era più niente da darsi”. La cantautrice prosegue: “Tempesta non parla di lui, parla di me e di tutte le mie componenti, dei momenti di immobilità e di quelli di piena, di questo mare in tempesta che travolge tutto e tutti. Questa è la mia libertà”. Giorgieness usa una scrittura di sentimento che si fa portavoce di un bisogno di cambiamento. “Io non sono l’eroina che stavate cercando, io ho paura e ho scoperto che essere libera è più importante che essere compresa”. Nelle sue canzoni esprime e mostra le proprie contraddizioni e debolezze, i suoi lati più fragili e anche quelli più “malvagi” per affermare la vera se stessa. Così succede anche in Tempesta. La canzone (label: Sound To Be) trova il suo equilibrio e una forte intensità nella melodia del ritornello. Le sonorità acustiche ed elettriche trasportano l’ascoltatore in un volo immaginario mentre Giorgieness, con la sua voce, racconta di sé. Qui di seguito potete leggere il testo del brano.

TEMPESTA, IL TESTO

Ho sognato di avere la febbre
Gli occhi aperti e comunque non vedete niente
Tu che provi a spiegarmi la calma
Ma che sia d’oro o d’argento rimane una gabbia

Siamo nati abbracciati a noi stessi
Mettiamo in ordine l’anima dentro i cassetti
Siamo come quel mare davanti
Bravi a perdere acqua da tutte le parti

Ma non ho più fretta
Con tutti i bisogni che ho
Mi sento persa
Ma forse è questo la mia libertà

Chiamami tempesta
Come il vento che distruggerà
Non ricordarmi diversa
Non sono quello di cui avevi voglia
Sono quello che mi va
Chiamami tempesta
Chiamami tempesta

Riconosco soltanto la rabbia
E’ più facile amarsi per chi si accontenta
Il tuo punto di vista non cambia
Mi confonde e di nuovo ritorna la nebbia

Ma sono contenta
Con tutti i bisogni che ho
Mi sento persa
E’ proprio questa la mia liberta

Chiamami tempesta
Come il vento che distruggerà
Ogni tua certezza
Non ricordarmi diversa
Non sono quello di cui avevi voglia
Sono quello che mi va
Chiamami tempesta
Chiamami tempesta

I più belli del bar
I più cool della scuola
C’è una giostra che va
Nelle nostre lenzuola
Mi volevi vicino ma non sai come si fa
Tu che sogni la gloria, io sorrido a metà
Tue mani, mia gola
Tu in silenzio, io nuova
Ti strappo dalla memoria
E poi mi tingo di viola
Voglio essere buona Voglio stare da sola
Voglio piovere ancora
E tu ti aspetti che spiova

Chiamami tempesta
Come il vento che distruggerà
Ogni tua certezza
Non ricordarmi diversa
Sono quelli di cui avevi voglia
E che adesso non ti va
Chiamami tempesta
Chiamami tempesta

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...