Laura Pausini: “Spero che sia un regalo per gli italiani, anche per chi non mi segue. È un riconoscimento che va oltre il mio nome”

Piange, Laura. E dà sfogo – in conferenza stampa su zoom – alle emozioni delle ultime 24 ore, dopo la nomination conquistata agli Oscar per Io Sì (Seen) come miglior canzone originale per il film La vita davanti a sé di Edoardo Ponti con Sophia Loren, arrivata 15 giorni dopo la vittoria ai Golden Globes. “Questa gioia che sto vivendo è così contrastante con le difficoltà che stiamo vivendo in questo periodo – dice, collegata dalla sua casa romana -. Spero che sia un regalo per gli italiani, anche per chi non mi segue. È un riconoscimento che va oltre il mio nome”. Spontanea, senza filtri, Laura rivendica di essere sempre se stessa, “con le stesse ansie, le stesse paure, lo stesso modo di gioire”, da quel febbraio di 28 anni quando vinse il festival di Sanremo e la sua vita cambiò. “Non so cosa ha di particolare la mia vita, ma mi chiedo continuamente perché ho avuto quello che ho avuto. Ciò che sento, e che ho sentito anche con il Golden Globe, è talmente più grande di quello che ho sognato nella mia vita, che non so come affrontarlo. Mi sento così piccola, ma è mio dovere non arrendermi. Sono molto impaurita, ma tutti i traguardi mi hanno dato la voglia di spingere sul mio acceleratore interno per vedere se mi merito davvero quello che ho, che in 28 anni non può essere fatto solo di fortuna”. Ad aiutarla, sempre il pensiero di quel pianobar dove cominciò a muovere i primi passi insieme a suo padre, cantante e musicista. “È lì che torno. Nella vita volevo cantare e questo significava fare pianobar. Ora è la stessa cosa, solo con più visibilità, più soldi”. Ed è per questo che dedica la nomination proprio a suo padre. Un pensiero alla vittoria non nega di farlo. “Davanti a una nomination ho sempre fatto lavoro di autoconvincimento che non avrei vinto per non rimanerci male, ma stavolta se non vinco mi rompe un po’. A questo punto proviamoci e se non va, rimane tutto com’è, non cambia nulla”. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...