Milva: tanti alla camera ardente, per l’ultimo saluto alla cantautrice

Una lunga fila di persone si è formata, fin prima dell’apertura della camera ardente, davanti al Piccolo teatro Strehler per dare l’ultimo saluto a Milva, la cantante morta lo scorso 23 aprile a Milano. Si tratta dell’unica opportunità pubblica per renderle omaggio, perché i funerali si svolgeranno in forma privata. Anche il sindaco Giuseppe Sala ha ritenuto “doveroso” renderle omaggio a “una grande artista”. “Era una delle tante persone che non nascono milanesi ma diventano profondamente milanesi. E i milanesi hanno sempre apprezzato il suo impegno sociale e politico” ha aggiunto annunciando che appoggerà “la richiesta di iscrizione al Famedio che è qualcosa di importante”. La bara di Milva, sormontata da un cuscino di fiori bianchi, si trova fra il gonfalone della città metropolitana e della Regione Lombardia e una cartonato Giorgio Strehler, il centenario della nascita, con cui lei collaborò a lungo. Alle sue spalle immagini e ricordi della storia del Piccolo teatro, di cui anche lei è stata protagonista. “Con Strehler si realizzava una simbiosi, un complemento artistico assoluto” ha ricordato la figlia Martina Corgnati e la sua camera ardente “non poteva che essere qui per tutto quello che ha rappresentato nella storia umana e professionale di mila madre, è il luogo simbolo del suo lavoro, della sua ricerca, della sua carriera” .

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...