MARCELLO LIVERANI: “SHAPES – VOL. 2”, LO ZEN E IL MISTERO DELLA VITA RACCOLTI IN QUESTO MIRABILE EP

Lo scorso 30 aprile è uscito “Shapes – Vol. 2”, il nuovo EP del compositore cagliaritano Marcello Liverani. L’EP si fregia di sei composizioni, dal carismatico tocco contemplativo e rassicurante. La prima traccia audio, “Losing Gravity (Lo-Fi Piano Tapes)”, ci inebria con le sue tonalità ambient, leggermente elettroniche, il tutto è permeato da una suggestiva atmosfera zen. Il ritmo e il pianoforte che ascolteremo, saranno piacevolmente flemmatici, ci sembrerà di fluttuare nello spazio sconfinato, intorno a noi il tempo, rallenterà vistosamente, per un attimo eterno. La seconda composizione “Birdhouse”, ci accoglie con soavi e radiose sonorità elettroniche: un caloroso e affettuoso beat del synth ci darà il benvenuto; un pianoforte frizzante e scintillante, ci illuminerà, accompagnato da cori dal carattere magnetico. Questo seconda composizione, ci farà assaporare il dolce nettare della felicità. Il terzo brano, “Approaching Light”, ci introdurrà in una dimensione onirica, meditata e dai toni celestiali. Sono sei minuti di massima distensione mentale: un pianoforte spirituale e profondo, un synth votato alla purezza sonora, voci dal tono trascendentale. Nella nostra mente, si farà spazio l’armonia più assoluta, nessun tipo di minaccia si paleserà dinnanzi a noi. Il quarto brano “Close”, saprà trasmettere sicurezza e sollievo. Il protagonista indiscusso è il pianoforte, caratterizzato da un ritmo felpato che sa efficacemente produrre un suono morbido e caldo, caricato da preziosa emotività e spensieratezza. Il penultimo pezzo “The Breathless Fuguing Crowd”, ci trascinerà in atmosfere ambient ed elettroniche, dal taglio cinematografico ed evocativo: infatti ci ricorda la composizione “Listening With A Million Ears”, del talentuoso Ramin Djawadi, colonna sonora del telefilm Person Of Interest. Tornado al brano dell’altrettanto prodigioso Liverani, la composizione si avvale di un sound più amaro e a tratti riflessivo, il nome dato alla traccia è altamente emblematico (La folla che fugge senza fiato), il pianoforte, le voci e il synth, sapranno infondere all’ascoltatore: pathos e alti livelli di riflessione esistenziale. Questo brillante e trascendente EP, si conclude con ‘This Endless Pain’, una composizione nata da una collaborazione con l’artista Perry Frank, dove ritroviamo una sonorità ambient, la quale sembra voler ricalcare tutto il malessere incamerato dagli esseri umani. Tuttavia, il piano rhodes, il synth e i cori, sapranno affascinare l’ascoltatore e farlo riflettere sul mistero della vita, riprodotto sapientemente in questo brano più unico che raro. Liverani con questa seconda parte di “Shapes”, ha saputo di nuovo affascinare e sognare ad occhi aperti, il delicato e sapiente mix di Modern classical e ambient elettronico, riconferma la sua travolgente genialità e la sua innata creatività compositiva.

TRACKLIST

1. Losing Gravity (Lo- Fi Piano Tapes)

2. Birdhouse

3. Approaching Light

4. Close (Lo Fi Piano Tapes)

5. The Breathless Fuguing Crowd

6. This Endless Pain


BIOGRAFIA

Marcello Liverani è un compositore, producer e interprete nato a Cagliari. La sua musica combina elementi acustici, derivati dal genere Modern Classical, musica elettronica, ambient, elementi beat e sfumature talvolta sperimentali derivate dal suo background. È un artista eclettico attivo anche come insegnante di canto e direttore di coro, come cantante ha pubblicato due album sotto il nome “Reverse Context”. Ha studiato composizione nel Conservatorio della sua città natale e dopo la laurea ha studiato nelle accademie europee con compositori come I.Fedele, A. Corghi, H Dufourt e T. Hosokawa. Dopo aver conseguito un Master in Composizione presso l’Accademia di S. Cecilia di Roma, ha ricevuto riconoscimenti e premi per le sue opere vocali, per ensemble e orchestrali, che sono state eseguite in sedi e festival come  il Parco della musica a Roma, il “Festival de Acanthes” a Metz e presso la Biennale di Venezia, dove nel 2012 è stato selezionato anche per una residenza artistica. Il suo obiettivo principale nella musica è esprimere il profondo bisogno di abbracciare la semplice poesia della vita attraverso la natura stessa del suono.

Questo slideshow richiede JavaScript.


RICONOSCIMENTI

Pianoforte, elettronica: Marcello Liverani (con Perry Frank in “This endless pain”)
Mix e Master: Marcello Liverani
Artwork: Jessica Mura

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...