SMALTO: “NIENTE DI SERIO”, SONO L’ASTRO NASCENTE DELLA MUSICA POP ELETTRONICA ITALIANA

Un caloroso saluto a tutti i nostri lettori affezionati, oggi vi presentiamo “Niente di serio”, è il favoloso EP d’esordio del duo Matteo Portelli e Francesco Petrosino (accompagnati inizialmente dalla voce di Mr. Milk) inciso da O’ Disc il 25 gennaio del 2022. L’EP include 6 tracce pop elettronico altamente: esaustive, liberatorie, trascendentali e meditative allo stesso tempo. Ascoltando “Niente di serio” si percepisce anche l’innata modestia e pacatezza del duo, questo è un EP serio sotto tutti i punti d’ascolto, dove si narra l’intera livrea di colori che ogni essere umano acquisisce e modifica nel corso della sua intera esistenza, è l’EP definitivo della pop music elettronica del Bel paese. Il primo brano “Noi non veniamo”, sa trasmettere un’irrefrenabile voglia di ballare per ore, la raffinata vocalità del duo rapisce immediatamente, un groove musicale sontuoso, spensierato e di altri tempi, se amate Alan Sorrenti molto probabilmente apprezzerete tantissimo anche gli Smalto. “Noi non veniamo” è costituito da un testo rasserenante e soprattutto motivazionale (rompere gli schemi soffocanti della società contemporanea), prendersi un po’ di tempo per sé stessi è importante per pianificare a lungo termine la nostra vita. “Noi non veniamo” è composto da un’impalcatura sonora prorompente e mai molesta: sintetizzatore e basso onirici e sognanti. Il secondo brano “Terapia”, è il più energico e introspettivo dell’intero EP, è una traccia altamente psicologica, essa analizza il terrore di ogni esser umano: la monotonia, l’angoscia esistenziale, forse una vera cura non esiste ma si potrebbe iniziare con i desideri, le speranze, alimentare anche la fantasia che spesso da adulti viene a mancare. “Terapia” si avvale di un comporto sonoro funk elettronico: bassi sfavillanti, sintetizzatore illuminante, canto intenso e sublime. Il terzo brano “Il male del secolo” è l’inno anti-ansia e anti-cinismo per eccellenza dove si combatte anche il pensiero capitalista più becero e utilitaristico che offusca qualsiasi relazione interpersonale di ogni singolo individuo. “Il male del secolo” ammalia e trascina per il sound ballabile, per quel beat up inarrestabile e celestiale: basso gradevolissimo, canto suggestivo, sintetizzatore elaborato e raggiante. Il quarto brano “M’ammazzo”, sprigiona un comparto audio di prima scelta e un ritmo straordinariamente felpato: basso da mille e una notte, synth mistico, canto coinvolgente e intimistico. “M’ammazzo” espone il classico ma pur sempre delicato tema dell’identità umana, di come quest’ultima muti anche la nostra percezione esistenziale e le nostre relazioni. Il penultimo brano “Distante” è il simbolo dell’ostinazione con cui affrontiamo le cose e dell’amore per quello in cui facciamo. Qui si parla del rapportarsi con il mondo femminile, la complicazione del vivere un corteggiamento e allo stesso tempo un rifiuto. “Distante” mette in evidenza l’eccesso di complicazioni a cui a volte ci costringiamo inconsapevolmente. “Distante” non tradisce con quel mood sonoro rasserenante e idilliaco: basso possente, canto magnetico, synth e piano elettronico fatati. L’ultima traccia “Liliana”, è un’ossessione, un rapporto quasi del tutto immaginato, un adulterio mentale che ci fa sentire vivi e stupidi allo stesso tempo. Tutti abbiamo bisogno di desiderare, di immaginare, bisogna trovare un modo per farlo in qualsiasi fase della vita, ma è difficile integrare questo bisogno nel quotidiano, nelle famiglie, nell’essere adulti. “Liliana” è il fulcro incommensurabile della nostra creatività interiore che per forza di cosa merita di essere alimentata, per contrastare le gelate emotive che riscontriamo nella quotidianità. “Liliana” presenta un sound corroborante, sognante e allettante: basso maturo, synth gentile, canto evocativo. L’approccio sonoro e i testi motivazionali degli Smalto portano nuova linfa vitale al genere pop elettronico italiano indipendente. “Niente di serio” è l’EP dell’autoanalisi e del divertimento per eccellenza, l’EP allieterà le giornate di un ampissimo pubblico, è un risultato garantito, a presto per la recensione di un loro nuovo seguito discografico.

TRACKLIST

1. Noi non veniamo
2. Terapia
3. Il male del secolo
4. M’ammazzo
5. Distante
6. Liliana


RICONOSCIMENTI
Prodotto da: 
Smalto
Registrazione e mix: Matteo Portelli, The White Lodge, Roma
Mastering: Fabrizio De Carolis, Reference Mastering, Roma
Progetto grafico: Silvia Casanova Fuga, Eleonora Mastrangelo
Management: O-Live, oliveproduzioni@gmail.com

Voce in “Terapia”, “Il male del secolo”, “Liliana”, “M’ammazzo”: Mr. Milk
Cori in “Noi non veniamo” e “Distante”: Riccardo Schiavello e Marco Pasquariello
Trombone in “Il male del secolo”: Davide Di Pasquale


CONTATTI SOCIAL DEGLI ARTISTI
Spotify
Facebook
Instagram

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...