Levante: l’addio a Torino dopo 19 anni: il post su Instagram

Lo aveva anticipato già una settimana con un breve messaggio che annunciava un imminente addio “Arriva un momento in cui il condominio stringe i denti perché tanto sa che te ne stai andando”. Ora è ufficiale. Levante lascia la città di Torino dopo 19 anni e scrive un lungo messaggio d’addio paragonando il capoluogo piemontese ad una piccola Parigi. “Se lo dici a un parigino si offende, se è educato non ti risponde, se non lo è ti dice “non credo”. A ogni modo oggi il tempo è quello di Londra, e non ce ne vogliano i londinesi ma è da stamattina che ti piove in faccia senza piovere. Questo è il mio ultimo Natale qui”, queste le prime parole di Levante per salutare la città che l’ha ospitata per 19 anni. Nata a Caltagirone, si è trasferita a Torino nel 2001. A febbraio in alcune interviste aveva preannunciato l’acquisto di una casa a Milano. “Dopo tanti anni a Torino ho comprato casa a Milano, tra Porta Venezia e Loreto. Ho scovato l’annuncio su internet, le foto non rendevano per nulla. Ma l’occhio mi è caduto sui pavimenti: uno diverso dall’altro, tutti rivestiti di clementine d’epoca, esagonali, in cemento. Così ho deciso di andare a vederlo. È stato un colpo di fulmine, l’incarnazione di un sogno. La casa è in un palazzo del 1926 con una sua ricca, personale, lunghissima storia”, aveva raccontato Levante.

IL MESSAGGIO DI LEVANTE

Levante esprime tutto il suo amore per la sua città d’adozione: “Sono stati diciannove i miei 25 di dicembre in Augusta Taurinorum (tolto qualche ritorno in Sicilia in questo periodo… forse diciassette). Chiunque arrivi in questa città dopo un po’ mette l’#Torinoècasamia (mitico Culicchia) sotto alla foto. Stronzate, Torino non è proprio di nessuno… è un gran mistero. Io la amo e sento di somigliarle più di quanto credessi, forse mi ha cambiata come voleva lei. Anche sotto la mole ce la sentiamo suc**issima (è uno slang siciliano per dire che c’è dell’orgoglio). Grazie amica mia, è stato facile amarti”. Il messaggio si conclude con un piccolo appunto sull’organizzazione della città di Torino “Ti porto e ti difendo ovunque (tranne per la differenziata che non sai fare bene e i cassonetti in strada che non hai ancora tolto)”. Prima del lockdown la stessa Levante si è resa protagonista di un piccolo viaggio attraverso la città, un racconto nel suo insieme che è diventato un percorso a ritroso nel tempo, fatto di ricordi felici, ma anche dolore. Venti minuti speciali dove la cantautrice, senza mai dimenticare la Sicilia, raccontò quali erano i luoghi del cuore e quali quelli da dove partono le sue canzoni e i suoi pensieri.

LA RISPOSTA DI CHIARA APPENDINO, SINDACO DI TORINO

L’addio di Levante a Torino ha colpito anche il sindaco Chiara Appendino che ha deciso di rispondere al messaggio dell’artista e al piccolo appunto sulla differenziata: “Spero sia solo un arrivederci e non un addio. Se tornerai, Torino sarà sempre felice di accoglierti. E anche la differenziata sarà nettamente migliorata ed estesa ad ogni quartiere”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...