Syria stupisce cantando in pieno centro a Milano “Maledetta primavera” per i lavoratori dello spettacolo

Syria si è da sempre distinta come una delle artiste più imprevedibili, curiose e innovative della musica italiana e, ancora una volta, ha stupito tutti improvvisando, come una vera artista di strada, un esibizione a sguarciagola in pieno centro a Milano tra lo stupore dei passanti. Dalle grandi melodie italiane al pop da classifica, dalla musica elettronica all’indie (prima artista della scena mainstream ad omaggiare con un intero album questi artisti oggi appartenenti ad un genere amatissimo con l’album Un’altra me del 2008, passando per il teatro con Paolo Rossi, gli omaggi alle donne della musica italiana e un tributo a Gabriella Ferri. Una carriera partita nel 1995 e che la cantante ci ha raccontato qualche anno fa, anno per anno. Una carriera sempre in movimento, da diversi anni a questa parte lontana dal circuito mainstream (l’ultima sua partecipazione al Festival di Sanremo risale al 2003), l’artista negli ultimi mesi si messa al lavoro su uno spettacolo dedicato alla musica di Sergio Bardotti che prenderà forma a teatro quando finirà l’emergenza sanitaria. Nell’attesa Syria ha deciso di portare la sua voglia di cantare, unita ad un velato (ma non troppo) messaggio a favore dei lavoratori dello spettacolo, cantando a sorpresa in giro per Milano. Non è la prima volta che la cantante si esibisce in questa veste, qualche settimana fa il primo “esperimento” sulle note di Mina a Parco Sempione. Questa volta Syria ha scelto di cantare Maledetta primavera di Loretta Goggi sotto la suggestiva Galleria Vittorio Emanuele II di Milano, proprio di fronte al Duomo della città. Un’esibizione impeccabile, senza base e “a freddo” che sottolineano, semmai ce ne fosse bisogno, ancora una volta la bravura dell’interprete. Ecco il post con cui ha accompagnato il video dell’esibizione: “Dalla Galleria Vittorio Emanuele di Milano ore 12.15 31.1.2021 Syria in Maledetta Primavera Improvvisa e scappa prima che la fermino i vigili #iocanto #cantachetipassa #iolavoroconlamusica da un’idea di Valentina Nervi e Syria grazie ad Alice e Romeo Peroni. Riprese di Valentina Nervi Prossimamente in altri angoli della città… P.s. Da notare la signora di passaggio a destra ad una certa Non preoccupatevi della freddezza di alcuni passanti, c’erano delle persone gentilissime davanti ai miei occhi. Il mio intento era quello di dar sfogo con istinto al canto e scappar via. Io non vivo pensando di essere riconosciuta, ma vivo per sentirmi libera di essere. Non bisogna mai dar per scontato di essere gradite, ma che problema c’è!!!!! Vi amo e grazie per gli infiniti messaggiiiii questo contaaaaa” Tra le centinaia di commenti anche quello di Dario Buccino, presidente dell’Associazione ASM Confesercenti Artisti di Strada a Milano che vorrebbe incontrare la cantante per raccontarle la realtà degli artisti di strada. L’ultima uscita discografica della cantante è il brano A che ora l’amore? uscito per il progetto del Plastic di Milano con il suo pseudonimo elettronico, Airys, lo scorso novembre.

LE PAROLE DI LORETTA GOGGI

Anche Loretta Goggi, interprete originale di Maledetta primavera, ha commentato l’esibizione di Syria…“Grazie Cecilia per questo tuo omaggio così inusuale ed emozionante. Ma quanto sei brava!?!? È incredibile come ‘Maledetta primavera’ riesca ad arrivare al cuore di tutti anche dopo così tanto tempo (pensa che quest’anno sono ben 40 anni!). Grazie davvero.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...